Categoria: Musica, Cultura

Ars Dei

Il Movimento Ars Dei – fondato nell’agosto del 2002 dal pianista svizzero Mauro Harsch – promuove iniziative culturali nella Svizzera Italiana (corsi, seminari, concerti, concorsi, mostre) volte a favorire la formazione di studenti in ambito artistico e l’attività di giovani artisti. Per concretizzare il progetto “Il Villaggio della Musica” è necessario poter disporre di un centro d’incontro stabile. Essendo le attività legate alla musica è pure indispensabile avere a disposizione una casa dotata di aule-studio insonorizzate, di spazi adeguati e di pianoforti. Purtroppo in Ticino non esistono infrastrutture concepite per ospitare iniziative di questo tipo. Le pochissime case per musicisti esistenti in Europa (es. il “Centre de Musique Hindemith” di Blonay-Vevey) sono sempre più richieste e solo raramente è data la possibilità di poterne usufruire, per pochi giorni e a prezzi molto elevati. Nel mese di maggio 2013, a Sobrio (stupendo villaggio della Valle Leventina), l'associazione Ars Dei ha acquistato un’antica abitazione (Casa Gustav Mahler) di grande valore storico-culturale, particolarmente adatta per essere trasformata in un funzionale luogo d’incontro e di studio. Essa è composta da otto locali da suddividere in aule-studio insonorizzate, locali tecnici, spazio-giorno, bagni e sala per corsi e concerti. Nel giardino (ca. 1000 m²) vi è inoltre una stupenda gradinata in pietra naturale, con grande spiazzo, che permettere di organizzare spettacoli e concerti durante i mesi estivi. Il progetto iniziale prevedeva l’ampliamento della casa al fine di ricavare ulteriori quattro locali (da adibire a camere da letto con relativi bagni) e un soggiorno con cucina. Nel mese di dicembre 2015, grazie a una donazione, l’associazione ha acquisito una seconda abitazione (Casa Poulenc, situata a 300 metri da Casa Mahler) in grado di ospitare dieci persone. Essa comprende cinque camere da letto (doppie), soggiorno con cucina e due bagni. Questa donazione ci ha permesso di rinunciare all'ampliamento della Casa Mahler e di suddividere gli spazi in modo ottimale apportando pure un notevole risparmio. Attualmente, per la realizzazione dell'intero progetto mancano circa 350mila franchi che saranno coperti da donazioni e da un'ipoteca. In seguito si dovrà provvedere all'acquisto dell'arredamento e dei pianoforti.

Fondazione
2002
Presidente
Mauro Harsch